• Giancarlo Pavan

Storia di PIPPO... Una reincarnazione di Susi?

Incredibile ma vero! Potrei credere alla reincarnazione vedendo queste immagini di Pippo mandatemi da Cinzia che mi ha raccontato la storia di questa sua meraviglia. Pubblico con una emozione fortissima e mi stupisco perchè in tanti anni è la prima volta che vedo un cane così somigliante. Direi che è lei. La rivedo nella sua bellezza e resto stupito, senza parole.



Ciao Giancarlo, mi chiamo Cinzia e lui è Pippo, e vive con me da circa 1 anno e mezzo. Quando ci siamo conosciuti, facevo volontariato al canile di Gradara. A fine febbraio 2016 è stato ritrovato mentre vagava, a circa un mese di vita, con la zampa posteriore sinistra fratturata. Portato dal veterinario, a cui deve il suo nome, è stato ingessato, ed è entrato in canile. Purtroppo il gesso non è servito e scartata l'idea dell'amputazione, un chirurgo l'ha operato e grazie ad una placca di metallo e tanta pazienza di Pippo, che tutto avrebbe voluto tranne che passare il primo anno della sua vita senza la libertà di muoversi liberamente, oggi è libero di camminare e correre come il vento. Iniziata la riabilitazione dopo qualche mese, Pippo ha conosciuto una ragazza che si era innamorata apparentemente di lui, veniva spesso in canile a trovarlo, insieme agli altri suoi 2 cani. Purtroppo il suo cane maschio non aveva preso bene la conoscenza...sarà anche perchè Pippo aveva una gran voglia di camminare, correre e giocare con gli altri animali.. diciamo la verità: in canile era soprannominato "il terribile", distruggeva tutto, coperte, traversine, bancali di legno, cucce, lenzuoli, addirittura ha scardinato un mobile con lavandino in infermeria!

La storia finisce quando la ragazza desiste dall'idea di adottarlo e Pippo resta in canile.

Premetto che quando era molto piccolo e la notte piangeva da solo, chiuso in piccoli spazi per non camminare e compromettere la guarigione, a tutte le volontarie si è stretto il cuore e mi sono offerta di portarlo a casa per una decina di giorni, per coccolarlo un pò, e niente...da quel momento è stato amore. Poi ho pensato, riportandolo in canile che non potevo tenerlo, per tante ragioni valide, perchè volevo per lui la famiglia perfetta! Poi però quando quella ragazza ha rinunciato a lui mesi dopo, ho capito che dovevo fare un passo avanti, ero io la sua famiglia perfetta. Finalmente a gennaio 2017, ad un anno di vita, è tornato a casa con me, da quel momento viviamo in simbiosi, è il dono più prezioso che abbia mai ricevuto in vita mia. Quando ho visto il tuo libro, con l'immagine di copertina con un cane di spalle, mi è preso un colpo, perchè in questi 2 anni non ho mai visto nessun cane così simile a Pippo. Susi è la prima cagnolina in cui lo rivedo. Da subito ho pensato che dovevo dirtelo, perchè vedendo il tuo libro su facebook, è così chiaro che il vostro sia stato un amore importante. Scusa se sbaglio le parole, toccando un argomento così prezioso per te, ma volevo dirtelo, non per far riaffiorare la tristezza ma nella speranza che guardando Pippo tu riveda Susi!

Amo il trekking, i boschi, i sentieri e la natura e cerco di portarlo con me ovunque, libero, per ridargli simbolicamente la libertà di cui è stato privato all'inizio della sua vita. Ama galoppare e restare con le orecchie al vento, resta incantato ad annusare tutti gli odori della natura a testa in sù. Si affascina a guardare le cose nuove e gli uccelli che si alzano in volo. Il resto del suo tempo lo passa ad annusare a testa bassa ogni cm di terra, erba, piante, fiori, cespugli...è curioso e giocherellone, iperattivo e più di tutto, è desideroso del mio affetto!

Mi auguro e ti auguro che cogliendo le somiglianze e le differenze, tu possa rivedere Susi, e il sentimento che scaturisca sia ancora amore! ti auguro una vita armoniosa.

p.s.: ho il tuo libro sul comodino, quando sarò pronta, lo leggerò!











216 visualizzazioni
@2017 - Giancarlo Pavan - domusartstudio   info@gikopavan.com